Italiano

L’Università Výtautas Magnus (VDU), riconosciuta come uno degli atenei lituani più liberali, e con una storia ricca e travagliata, impegnato nella preservazione e nella continuazione di solide tradizioni, svolge un ruolo particolare non solo in Lituania, ma anche nell’intero contesto intel¬lettuale e culturale degli stati baltici.

La storia dell’Università comincia nel 1922, nell’ambito della riorganizzazione dei corsi di istruzione superiore. Nella seconda città lituana per grandezza, Kaunas (che nel periodo 1919-1939 era la capitale provvisoria della Lituania, essendo Vilnius in mano agli occupanti), questo ateneo di nuova fondazione era l’unica università lituana, perciò elevatasi a centro di vitale importanza per la diffusione della cultura, delle scienze e del moderno libero pensiero. Nel 1930 in concomitanza delle commemorazioni per i 500 anni della morte del Granduca di Lituania Vytautas il Grande, all’Università di Lituania a Kaunas è stato attribuito il nome di Università Vytautas Magnus.

Quando nel 1950 il governo sovietico chiuse l’università, le tradizioni accademiche di VDU sono state proseguite dai fuoriusciti lituani e nel 1989, grazie agli sforzi congiunti degli studiosi lituani e della diaspora, l’Università Vytautas Magnus è stata ricostituita.

Oggi VDU persegue quei fini degli uomini di cultura del paese e stranieri che si adoperarono attivamente nella sua rifondazione, educa all’apertura, al dialogo e alla tolleranza. Impegnata nella tutela e nella diffusione della cultura nazionale, essa realizza un modello di studi incentrato sui principi di liberalismo e democrazia. La comunità di VDU, composta da quasi 9.500 studenti, oltre 500 docen¬ti e ricercatori, oltre 23.000 laureati (a partire dal 1989), unisce il ruolo di un’università delle artes liberales ad un’atmosfera di calorosa e sincera collaborazione, volta ad un continuo rafforzamento e proseguimento della sua vocazione liberale ed umanistica.

Fatti e numeri

  • 1922 Fondazione dell’Università di Lituania
  • 1930 All’Università di Lituania viene attribuito il nome di Università Vytautas Magnus
  • 1950 L’Università Vytautas Magnus viene chiusa dal governo sovietico
  • 1989 L’Università Vytautas Magnus, grazie agli sforzi congiunti di intellettuali in Lituania e della diaspora, viene rifondata
  • 2009 Si celebrano i venti anni della ricostituita Università Vytautas Magnus
  • 2012 Previste le celebrazioni per l’anniversario dei 90 anni della fondazione dell’ateneo

Particolare attenzione allo sviluppo dei rapporti internazionali

L’Università Vytautas Magnus riserva particolare attenzione alle relazioni internazionali. Essi si concretizzarono inizialmente con le lezioni di esponenti della diaspora lituana, interessati a ricrea¬re un centro di attività culturali ed intellettuali. Oggi VDU mantiene rapporti con diversi ricercatori ed università in tutto il mondo, partecipa a progetti di scambio di studenti e docenti, si adopera costantemente per migliorare il sistema di studi e di ricerca.

La VDU quale membro di una rete internazionale

L’Università Vytautas Magnus fa parte di una fitta rete di organizzazioni internazionali. L’ateneo è membro con pieni diritti della EUA (European University Association – Associazione delle università europee), il che gli garantisce il diritto ai servizi offerti dall’associa¬zione ed alla partecipazione alle varie conferenze, nonché il diritto di voto nell’Assemblea generale.

Nel 2002 l’Università Vytautas Magnus è diventata membro dell’Associazione europea per formazione internazionale (European Association for International Education). L’entrata nella EAIE accorda all’università la possibilità di implementare le qualifiche professionali attraverso vari semi-nari, gruppi di lavoro e conferenze, nonché di dare vita a rapporti internazionali.

Dal 2006 VDU è membro della Rete delle università della regione del Mar Baltico (Baltic Sea Region University Network), che concentra la sua attenzione principalmente agli studi sull’area baltica, sull’integrazione europea, sull’ampliamento dell’area, sulle problematiche delle tecnologie informatiche.

L’Università Vytautas Magnus dal 2008 è partner del programma europeo GreenLight (The European GreenLight Programme). Obbiettivo di questo programmo è diminuire i consumi di illuminazione energetica di intereni ed esterni su scala paneuropea in modo da ridurre le emissioni inquinanti e limitare il riscaldamento globale.

VDU e AABS (Association for the Advancement of Baltic Studies – Associazione per lo sviluppo degli studi baltici) hanno stipulato un accordo di cooperazione per investire sulle relazioni tra studiosi e istituti di ricerca.

Le singole facoltà dell’università inoltre hanno le proprie relazioni con organizzazioni interna-zionali e ne sono membri. La facoltà di Informatica di VDU è membro delle organizzazioni interna-zionali IEEE (Institute of Electronic and Electrical Engineers – Istituto di ingegneria elettronica), AMS (American Mathematical Society – Società Americana di matematica), IFIP (International Federation for Information Processing – Federazione internazionale delle associazioni e dell’infor-matica).

La facoltà di Politica e Diplomazia di VDU è membro delle organizzazioni NISPAcee (Network of Institutes and Schools of Public Administration in Central and Eastern Europe – Rete degli istituti e delle scuole della Pubblica amministrazione dell’Europa centrale e orientale), ECPR (European Consorcium for Political Science – Consorzio europeo per ricerca politica). La facoltà di Welfare sociale dell’università è mebro della IASSW (International Associaction of School of Social Work – Associazione europea delle scuole di servizio sociale), della EASSW (European Association of Schools of Social Work – Associazione europea delle scuole di servizio sociale) e dell’Associazione delle scuole di servizio sociale della regione dell’Europa orientale (Eastern European Sub-Regional Association of Schools of Social Work).

La facoltà di Welfare sociale collabora con le altre università lituane per la creazione di un’associazione degli Istituti di servizi sociali della Lituania.

La facoltà di Legge di VDU è membro della ELFA (European Law Faculties Association – Associazione europea delle facoltà di giurisprudenza) e della AALS (Association of American Law Schools – Associazione delle Scuole americane di giurisprudenza).

Un’università che riunisce i lituani di tutto il mondo

Due ventenni fa ricostituita grazie agli sforzi congiunti di intellettuali lituani ed all’estero, l’Università Vytautas Magnus mira a diventare il centro accademico per i lituani di tutto il mondo. Il progetto dell’ateneo “Accademia dei lituani nel mondo” riunisce i lituani sparsi nel mondo, incentiva la cooperazione nell’ambito di progetti accademici di studiosi e studenti all’estero e in Lituania, attira chiunque si interessi alla Lituania e alla sua cultura.

L’“Accademia dei lituani nel mondo” promuove il riconoscimento internazionale dei progetti creati e portati avanti dagli studiosi lituani in patria e all’estero, rafforza i legami di cooperazione anche sul piano sociale. L’“Accademia dei lituani nel mondo” esercita diverse attività: tutto l’anno si organizzano corsi („Refresh in Lithuania”, Corsi estivi di lingua e cultura lituana), si creano opportunità di studi a distanza, programmi di scmabio, stage, nel corso dei quali i giovani di origine lituana mettono in pratica i propri studi, acquisiscono esperienza professionale presso varie istituzioni nazionali, ospedali, complessi artistici ed organizzazioni non governative.

Scambi e programmi internazionali

Mediante accordi di cooperazione bilaterale l’Università Vytautas Magnus collabora con 73 università mondiali di 27 paesi d’Europa, Asia, e degli USA. In base a questi accordi si realizzano scambi di studenti e personale docente, stage, si organizzano seminari e conferenze, si preparano progetti comuni, si eseguono ricerche scientifiche. In collaborazione con le università di Bologna, Lubiana e Corvinus si svolge il programma generale di laurea magistralis MIREES, con il College di Legge dell’università dello Stato del Michigan è attivo un programma di certificazione degli studi. In base agli accordi di cooperazione con le università di Tallin e di Lettonia sono stati creati i corsi di dottorato dell’area baltica, con le università di Lettonia, di Tartu e di Turku è attivo un programma congiunto di studi di laurea specialistica sulla regione del Mar Baltico, si realizzano pubblicazioni congiunte e riviste online.

Dal 1999 l’università partecipa al programma “Socrates/Erasmus”. Partecipando al program¬ma “Erasmus”, gli studenti acquisiscono nozioni di lingua e civiltà, conoscono la cultura e l’espe¬rienza di altri paesi europei negli ambiti di ricerca delle discipline di interesse.

Dal 2007 il programma “Socrates/Erasmus” si è ampliato ed è diventato ora “LLP/Erasmus” (Lifelong Learning Programme – Programma di apprendimento permanente). Si tratta di un pro-gramma che offre agli studenti la possibilità di studiare una volta in un’università straniera e una volta di svolgere un periodo di pratica in un’azienda straniera. Oggi VDU ha addirittura 159 partner “LLP/Erasmus” in 28 paesi.

Nei dieci anni in cui è stato attivo il programma “Erasmus” hanno soggiornato all’estero per un semestre di studi o di pratica oltre 1200 studenti.

Nel 2003 l’università si è unita al progetto “Campus Europae” ed è l’unico partner di questo programma di scambi interuniversitari a Kaunas. La finalità principale del progetto, che riunisce 18 università europee, è incentivare gli studenti a studiare le lingue dei paesi europei, acquisire non solo competenze scientifiche e pratiche, ma anche culturali e sociali, ad allacciare proficue relazioni professionali.

Nel 2009 nell’ambito dei programmi di scambi bilaterali “LLP/Erasmus”, “Campus Europae” a studiare o a svolgere tirocinio sono giunti a VDU 102 studenti, e da VDU in altre università 202 studenti.

Nel 2009 quasi 270 dipendenti hanno partecipato a conferenze, seminari, stage, incontri per progetti, organizzati da partner stranieri. L’università Vytautas Magnus ha ricevuto quasi 350 ospiti da Istituzioni di Istruzione universitaria di paesi stranieri (HEI – Higher Education Institution).

Fatti e numeri

  • VDU è membro di queste associazioni: European University Association, European Association for International Education, Baltic Sea Region University Network, The European GreenLight Programme, Association for the Advancement of Baltic Studies
  • le facoltà di VDU sono membri di queste associazioni: Institute of Electronic and Electrical Engineers, American Mathematical Society, International Federation for Information Processing, Network of Institutes and Schools of Public Administration, European Consorcium for Political Science, International Associaction of School of Social Work, European Association of Schools of Social Work, Eastern European Sub-Regional Association of Schools of Social Work, European Law Faculties Association, Association of American Law Schools.
  • VDU coopera tramite accordi bilaterali con 73 università di 27 paesi del mondo. ? VDU ha addirittura 159 partner “LLP/Erasmus” in 28 paesi.
  • VDU è a Kaunas l’unico partner del programma di scambi interuniversitari “Campus Europae”, che riunisce 18 università europee.
  • Nel 2009 nell’ambito dei programmi di scambi bilaterali “LLP/Erasmus”, “Campus Europae” a studiare o a svolgere tirocinio sono giunti a VDU 102 studenti, e da VDU in altre uni-versità 202 studenti.
  • Nel 2009 quasi 270 dipendenti hanno partecipato a conferenze, seminari, stage, incontri per progetti, organizzati da partner stranieri. L’università Vytautas Magnus ha ricevuto quasi 350 ospiti da Istituzioni di Istruzione superiore di paesi stranieri.

Una politica di studi liberale educa al pensiero creativo

L’Università Vytautas Magnus si distingue per l’interdisciplinarità degli studi, al termine dei quali non solo si conferiscono i titoli di laurea di primo e di secondo grado (baccellierato e laurea magistralis), ma tali da formare contemporaneamente membri della società civile in grado di pensare autonomamente e creativamente, volti ad imparare e a migliorarsi per tutta la vita.

Sono dieci le facoltà che organizzano gli studi universitari: Lettere, Economia e management, Scienze naturali, Informatica, Teologia cattolica, Arte, Politiche del welfare, Scienze sociali, Scienze politiche e diplomatiche e Legge. I nuovi iscritti per l’anno 2010 a VDU hanno la possibilità di scegliere tra 30 corsi di laurea di primo grado, 45 di secondo grado (7 dei quali sono anche in lingua inglese: Marketing e commercio internazionale, Studi dell’area baltica, Studi dell’area Est asiatica, Critica sociale e politica, Giornalismo, Assistenza sociale, Antropologia sociale) e 17 programmi di studi post-laurea. Sono aperte le iscrizioni anche agli studi a ciclo unico, ai corsi di studi supplementari per diplomati dei college e ai corsi di dottorato. I membri della comunità universitaria e gli studenti che vengono dall’estero possono studiare 24 lingue straniere: italiano, francese, giapponese, turco, lettone, portoghese, estone, norvegese, polacco, arabo, serbo ecc.

All’Università Vytautas Magnus si consente anche la possibilità di seguire i corsi prescelti con lo status di libero uditore. Al termine del percorso di studi i liberi uditori ottengono un certifi¬cato accademico dove è riportato il prospetto delle discipline frequentate, i crediti acquisiti e le valuta-zioni riportate.

VDU si orienta su una politica di studi liberale, che consente agli studenti di creare autonoma-mente il proprio piano di studi, di decidere quando e quali discipline studiare, è loro concesso di passare da un indirizzo di studi ad un altro e di modificare la tipologia di studio. Accanto al diploma di baccellierato dell’indirizzo principale gli studenti di VDU possono acquisire un certificato di un indirizzo supplementare e in seguito iscriversi agli studi di laurea magistralis di un altro indirizzo.

Una delle principali linee di azione dell’università è la preparazione di ricercatori in grado di sviluppare da soli attività sperimentali (di tipo sociale, culturale) e di indagine scientifica, affrontare problematiche scientifiche. L’Università propone 17 indirizzi diversi di corsi di dottorato in lettere, scienze sociali, fisica e biomedicina. Ricostituita nel 1989 l’Università Vytautas Magnus, dopo quattro anni sono stati avviati i percorsi di dottorato. Nel 2009 il titolo di dottore di ricerca è stato conferito a 42 persone. Dal 1993 al 2009 all’università sono state discusse e approvate più di 400 tesi di dottorato.

I dottorandi dell’università approfondiscono le competenze teoriche e metodologiche di specifici indirizzi di ricerca, svolgono indagine scientifiche, tengono lezioni e seminari, ricevono la possibilità di partecipare a progetti internazionali e fare stage all’estero. Al fine di promuovere la cooperazione in materia di dottorato tra le università dell’area Baltica, gli studenti del terzo ciclo (di dottorato) possono accedere a consulti di più ampio profilo e con più facilità ai contributi scientifici esistenti, garantendo una discussione ed una valutazione di maggiore qualità del lavoro svolto. Nel mese di ottobre 2008 le università di Tallin, Riga e la Vytautas Magnus hanno sottoscritto l’accordo di fondazione della Scuola di dottorato dell’area Baltica (Baltic Graduate School for Social Sciences and Humanities). Questa nuova scuola di dottorato ha carattere interdisciplinare: vi si insegnano storia, linguistica, psicologia, antropologia, filosofia, sociologia, semiotica ed altre branche di studio.

Nel 2009 presso l’Università Vytautas Magnus erano iscritti quasi 9500 studenti: quasi 7500 agli studi di baccellierato, agli studi di laurea magistralis 1700, agli studi non conferenti titolo scientifico quasi 60, agli studi di dottorato quasi 300. Nel 2009 a VDU sono state ricevute quasi 14.500 domande di iscrizione, e nel 2010 nel corso delle iscrizioni generali agli istituti di istruzione superiore sono state registrate quasi 20 000 preferenze per l’iscrizione ai programmi del primo ciclo di studi di VDU.

Presso l’università Vytautas Magnus lezioni e seminari si svolgono in aule modernamente attrezzate, laboratori e centri di studio di lingue straniere. Nelle nove sale di lettura sono disponibili più di 500 postazioni di lavoro, di cui 70 computerizzate, dotate delle tecnologie più aggiornate, nel 95% degli spazi universitari è presenta la connessione ad internet senza fili. Gli studenti di VDU hanno la possibilità di alloggiare in due ostelli, dove sono più di 800 camere. L’università offre buone possibilità di studio anche alle persone disabili.

Ogni anno agli studenti di VDU sono assegnate circa 2000 borse di studio e di incentivo allo studio.

Fatti e numeri

  • 10 facoltà
  • 30 corsi di laurea di primo grado, 45 di secondo grado (7 dei quali sono anche in lingua inglese), 17 programmi di studi post-laurea
  • Studi a ciclo unico, corsi di studi supplementari per diplomati dei college e 17 indirizzi di dottorato
  • Corsi attivati di 24 lingue straniere
  • nel 95% degli spazi universitari è presenta la connessione ad internet senza fili
  • 2 ostelli per gli studenti (più di 800 camere)
  • 2000 borse di studio e di incentivo allo studio assegnate ogni anno
  • VDU oggi: quasi 9500 studenti, più di 500 insegnanti, più di 23.000 laureati (a partire dal 1989)
  • Dal 1993 al 2009 discusse più di 400 tesi di dottorato

Perché VDU?

  • Politica liberale degli studi
  • Possibilità di studiare come libero uditore
  • Buone possibilità di studio per le persone disabili
  • Aule modernamente attrezzate, laboratori, centri di apprendimento di lingue straniere, sale di lettura

Una solida esperienza di ricerca scientifica e attività progettuale

I ricercatori dell’Università Vytautas Magnus vantano una solida esperienza di indagine scien-tifica e coordinazione di progetti a livello internazionale, appartengono ad associazioni professionali nazionali ed internazionali di vari indirizzi scientifici, pubblicano sulla stampa specialistica in Lituania ed all’estero. Dal 2008 al fine di integrare l’attività di ricerca di varie branche scientifiche presso l’Università Vytautas Magnus sono attivi 28 gruppi di ricercatori, un sistema di cluster di ricerca in biomedicina e scienze della fisica (Applicazione delle moderne tecnologie negli studi sui mutamenti climatici e sui rischi per la salute dovuti all’inquinamento ambientale, Sviluppo di metodi di analisi strumentale e loro applicazione nell’analisi degli oggetti della biologia molecolare, dei prodotti sintetici e dell’ambiente ecc.), nell’ambito delle discipline letterarie (Studi sull’emi¬grazione e la diaspora, sulla figura di Czes?aw Mi?osz e la Lituania: aspetti pratici e teorici della ricerca, Analisi applicate delle problematiche della comunicazione internazionale e delle traduzioni, Ricerche sugli scambi interculturali tra l’Europa Centrale e Orientale: il contesto globale e la realtà locale ecc.) e in scienze sociali (Ricerche sulla multiculturalità e i mutamenti linguistici nel contesto della globa-liz¬zazione, lo Spazio pubblico europeo: politica, comunicazione, Studi sull’influenze della globa-lizzazione sul diritto ecc.).

Prendendo parte a progetti il personale dell’università acquisiscono la possibilità di svolgere analisi, preparare programmi di didattica e di ricerca, perfezionare le proprie capacità e migliorare la propria qualifica professionale, allacciare proficui rapporti professionali. I progetti diventano componente complementare e supplementare del regolare processo di studio e di ricerca. L’attività progettuale è un modo effettivo di accogliere le innovazioni dello studio e della ricerca nelle reti di cooperazione della città, della regione, nazionale e internazionale, di collaborare fattivamente con le università degli altri paesi, con i partner sociali lituani e stranieri.

Nel 2009 l’università ha sottoscritto 34 nuovi accordi per realizzare progetti e programmi di studio sostenuti da istituzioni UE e lituane, sono stati firmati 15 accordi con istituzioni lituane e (o) straniere, a VDU erano in corso 132 progetti internazionali finanziati da fondi lituani e non.

Presso l’università Vytautas Magnus si pubblicano 11 riviste scientifiche (Aukštojo mokslo kokybė/The Quality of Higher Education, International Journal of Psychology: A Biopsychosocial Approach/Tarptautinis psichologijos žurnalas: biopsichosocialinis požiūris (pubblicato in colla-borazione con la University of Nebraska at Kearney), Meno istorija ir kritika/Art History & Criticism ir kt.), che sono inserite nelle banche dati internazionali approvate dal Consiglio delle scienze di Lituania: EMERALD (Electronic Management Research Library Database), ERIC (Educational Resource Information Center), MLA (Modern Language Association International Bibliography), IPSA (International Political Science Abstracts), IBSS (International Bibliography of the Social Sciences) ecc. L’università pubblica altre 3 riviste scientifiche inserite in altre banche dati internazionali e altre 9 riviste scientifiche e miscellanee di contributi scientifici.

Per la partecipazione alle ricerche scientifiche e all’implementazione dell’attività sperimentale, per i meriti e i risultati a diverse decine di ricercatori di VDU sono stati assegnati premi e riconoscimenti, tra cui il Premio nazionale per la ricerca e il Premio nazionale per l’Arte e la Cultura di Lituania.

Fatti e numeri

  • VDU raccoglie 28 gruppi di ricercatori, un sistema di cluster di ricerca in biomedicina e scienze della fisica, letterarie e sociali
  • Nel 2009 l’università ha sottoscritto 34 nuovi accordi per realizzare progetti e pro-grammi di studio sostenuti da istituzioni UE e lituane
  • Nel 2009 sono stati firmati 15 accordi con istituzioni lituane e (o) straniere
  • Nel 2009 a VDU erano in corso 132 progetti internazionali finanziati da fondi lituani e non
  • L’università pubblica 11 riviste scientifiche inserite nelle banche dati internazionali approvate dal Consiglio delle scienze di Lituania, 3 riviste scientifiche inserite in altre banche dati internazionali e altre 9 riviste scientifiche e miscellanee di contributi scientifici

Riconoscimenti conferiti da VDU a personalità meritevoli

Dalla fondazione dell’ateneo nel 1922, a quasi 80 personalità per la loro attività meritoria in Lituania e a VDU è stato conferito il titolo di dottore honoris causa di professore honoris causa. Tra di essi, capi di Stato, firmatari dell’atto di indipendenza della Lituania, intellettuali di pubblica fama, politologi, poeti riconosciuti a livello internazionale, archeologi e membri della comunità di VDU, intellettuali lituani e mondiali.

Il titolo di dottore honoris causa è stato conferito a Sua Eccellenza la Presidente della Repub-blica di Lettonia, (1999-2007) prof.ssa Vaira Vīķe-Freiberga, attiva nell’estendere la collabora-zione nel campo della ricerca e della cultura rafforzando il Centro di Lettonistica di VDU e il Centro di Lituanistica presso l’Università della Lettonia.

La dignità di dottore honoris causa di VDU è stata conferita a perfino quattro capi di Stato della Lituania. Prima della chiusura dell’università nel 1950, sono diventati dottori honoris causa dell’ateneo Antanas Smetona, presidente negli anni 1919-1920 e 1926-1940, e il presidente della Lituania Kazys Grinius, in carica nel 1926. Dopo la ricostituzione dell’università nel 1989, il titolo di honoris causa di VDU è stato conferito all’alto funzionario di Stato (1990-1992) Vytautas Landsbergis e ad uno dei primi intellettuali e studiosi emigrati ad aver caldeggiato la rifondazione dell’Università Vytautas Magnus, chiusa nel 1950, nonché fino ad ora attivamente presente nella gestione della VDU, Valdas Adamkus, che pure è stato presidente della Repubblica in due mandati negli anni 1998-2003 e 2004-2009.

La dignità di dottore honoris causa di VDU è stata conferita al diplomatico, ambasciatore di Lituania negli Stati Uniti e rappresentante presso la Santa Sede, Stasys Lozoraitis, all’antropologa, ecologista di fama mondiale, nota studiosa del comportamento animale degli orangutan, prof.ssa Birutė Marija Galdikas, all’archeologa, caposcuola dell’archeomitologia, prof.ssa Marija Gimbutienė, allo studioso della rinascita delle minoranze etniche M. Hroch, allo storico, politologo, personalità impegnata nel sociale, autore di libri e moltissimi articoli scientifici e saggi Alfred Erich Senn, all’artista emigrato, uno dei più celebri iniziatori e propagatori del cinema di avanguardia, artista pop Jonas Mekas.

Del titolo di dottore honoris causa dell’Università Vytautas Magnus è stato conferito al noto poeta di fama internazionale, saggista, critico letterario, celebre dissidente degli anni sovietici prof. Tomas Venclova, ad uno dei più illustri poeti dell’ultimo secolo, premio Nobeli, cittadino onorario di Lituania, professore dell’università di Berkeley Czesław Miłosz, all’insigne intellettuale polacco, storico, saggista, uno dei leader del movimento di Solidarność in Polonia, dissidente, premiato con riconoscimenti da varie nazioni, Adam Michnik.

Il titolo di dottore honoris causa per meriti nel campo delle scienze sociali e per il sostegno alla pubblicazione di una collana di libri dedicata agli studi sull’area baltica è stato conferito a Zygmunt Bauman, per le iniziative di cooperazione interuniversitaria al professore dell’università di Bergen Orm Øverland, per meriti a livello mondiale nel campo delle metodologie separative e per l’attiva collaborazione con l’Università Vytautas Magnus al professore dell’università di Up¬psala Wilhelm Einar Stellan Hjertén.

Spazi per l’arte ed espressione creativa

Negli spazi di VDU si rispecchia la vita cultuale della città. Qui hanno luogo gli appuntamenti culturali e i festival annuali della città, quali ad esempio il già ventennale festival “Kaunas Jazz” (International Kaunas Jazz Festival), il Festival internazionale di ballo moderno “Aura” (Inter¬na-tional Festival of Modern Dance), trovano spazio varie attività culturali, sociali e didattiche della città di Kaunas, si allestiscono progetti educativi mirati a presentare contesti storici e culturali, esposizioni. VDU ospita anche gli amanti del cinema d’essai. Le facoltà e i dipartimenti dell’ateneo hanno alcune centinaia di studenti volontari che con entusiasmo collaborano nell’allestimento degli eventi organizzati dall’Università Vytautas Magnus e dai partner della VDU (il Festival internazionale del cinema di Kaunas / Kaunas International Film Festival, il Teatro di danza di Kaunas “Aura” / Kaunas Dance Theatre AURA ecc.).

Al fine di arricchire la vita culturale di VDU e di Kaunas, nel 2008 presso la Facoltà di Arte dell’università Vytautas Magnus è stato aperto il Centro Artistico. Questo centro incentiva e so-stiene le iniziative artistiche degli studenti, realizza le condizioni per incontrarsi e lavorare con gli artisti professionisti, incoraggia un atteggiamento critico obbiettivo verso i processi di creazione arti-stica, avvia progetti interdisciplinari di arte visiva, li presenta al pubblico, allestisce mostre, organizza tavole rotonde ed incontri con gli artisti. Il Centro Artistico di VDU unisce le attività della Galleria d’arte “101” di VDU e la Sala di lettura-caffetteria del Centro Artistico, l’ensemble folcloristico “Linago”, il Coro femminile da camera, il Teatro accademico studentesco, il Teatro accademico di movimento, il gruppo di danze popolari “Žilvitis”, il gruppo di ballo “Dance4Fans”, il gruppo di lotta brasiliana “Capoeira”.

La gran parte degli eventi organizzati da VDU sono aperti al grande pubblico, negli spazi di VDU sono benvenuti non solo i rappresentanti della comunità di VDU, ma anche tutti gli abitanti di Kaunas e gli ospiti della città che si interessano di cultura.

Ogni membro della comunità accademica dell’università Vytautas Magnus può trovare non solo dove rilassarsi, ma anche formare la propria personalità, estendere i propri orizzonti, trovare chi condivide gli stessi interessi. I club dell’ateneo (il Club di studi nipponici “Hashi”, il Club degli storici, la Società scientifica della gioventù accademica “Modusas”, il Club dei radioamatori ecc.), la Rappresentanza studentesca, la Redazione giornalistica, di cui fanno parte il periodico dell’ateneo “Universitas Vytauti Magni”, la Radio VDU e la televisione dell’università e gli altri spazi creativi uniscono membri della comunità accademica di varie esigenze ed interessi, danno spazio a proficui dibattiti, allo scambio di idee e opinioni, al miglioramento di sé.

Fatti e numeri

  • 18 Club accademici e studenteschi, il Centro Sportivo, la Rappresentanza studentesca ? 6 tra spazi artistici e musei
  • Il Centro Artistico, che unisce l’attività delle gallerie d’arte, della Sala di lettura-caffetteria, dell’ensemble folcloristico, il Coro femminile da camera, il Teatro accademico studentesco, il Teatro accademico di movimento, il gruppo di danze popolari “Žilvitis”, il gruppo di ballo “Dance4Fans”, il gruppo di lotta brasiliana “Capoeira”.
  • la Redazione giornalistica di VDU, di cui fanno parte il sito internet vdu.lt, il periodico dell’ateneo “Universitas Vytauti Magni”, la Radio e la televisione VDU

Translated by: Stefano M. Lanza (PhD), Lecturer at the VMU Foreign Languages Centre.